Tag Archives: DIGITALIZZARE

LE INTELLIGENZE INVISIBILI CHE CI SPIANO DA 15 ANNI

Posted on by .

Smart_Dust_meme




Secondo il Pentagono cambierà la nostra vita e il modo di fare la guerra. E’ una polvere intelligente fatta da miriadi di computer microscopici. Ognuno misura meno di un millimetro cubo ma incorpora sensori elettronici, capacità di comunicare via onde radio, software e batterie.

 

Smartdust è un sistema di tanti piccoli sensori elettromeccanici in grado di rilevare, ad esempio, la luce, la temperatura, le vibrazioni, il magnetismo, o prodotti chimici. Di solito sono gestite su una rete di computer in modalità wireless e sono distribuite su una certa zona per eseguire le attività di rilevamento.

Può essere diffusa su territori immensi e sorvegliarli con una precisione finora sconosciuta. Sa spiare soldati standogli incollata a loro insaputa, segnala armi chimiche e nucleari, intercetta comunicazioni, trasmette le sue informazioni ai satelliti.

Read more

THE CONGRESS: NON E’ SOLO UN FILM, MA UNA RIVELAZIONE GIA’ PROFETIZZATA IN INTERMATRIX!

Posted on by .

LA DIGITALIZZAZIONE DELL’UMANITA’


The Congress[35x50cm]KeyArt_LOW



Abbiamo iniziato il discorso sul recente Film di Ari Folman The Congress, nel precedente articolo in cui è stato introdotto il concetto di digitalizzazione dell’essere umano [QUI], per chi non sa da cosa principia questo argomento, che prego vivamente di leggere prima di continuare
.

Domani 12 giugno esce nelle sale cinematografiche. Questo lavoro potrebbe “sembrare” solo un’opera onirica di un regista visionario che immagina un mondo in cui l’umanità usando la DIGITALIZZAZIONE DELL’ESSERE UMANO, può fare in modo che ogni singolo individuo possa diventare qualsiasi altro che ha ceduto i suoi “diritti” allo sfruttamento della sua immagine.

Ricollegandoci con quanto già scritto dal 2007 sul Blog Intermatrix, facciamo un escursus sulla realtà di tecnologie aliene trasmessse all’uomo, ma usate, dallo stesso, senza vera cognizione di causa ed effetto. Scienze e tecnologie di cui si gonfia e si compiace,  mentre nello stesso tempo ne viene sedotto e posseduto. Le inizia ad usare senza saperne il vero perchè o la loro vera utilità, se mai ve ne fosse una.


STRALCI DAL 2007 PER COMPRENDERE L’INTERNET DELLE COSE, DELL’ESSERE UMANO E LA DIGITALIZZAZIONE FINALE

(INTERNET OF THINGS AND INTERNET OF PEOPLE)

THINK INTERNET OF PEOPLE

L’ULTIMA VERITA’? 


A Washington DC, il dipartimento DARPA sta realizzando un “searchable database” della vita di ogni creatura umana individuale e collettivo in base a etnia, gruppo sanguigno e genetico. Ciò include ogni comunicazione, incontri, operazioni economiche, letture, preferenze musicali e filmografiche, preferenze sessuali, preferenze politiche, viaggi, malattie, disfunzioni, etc. ma soprattutto ‘il pensiero’ di base che genera interazione sociale, cioè i vostri più intimi stati di coscienza. E’ stato chiamato LifeLog (in questo progetto è direttamente cointeressato Google – ndr), e combinerebbe una pletora di sensori, inclusi sensori medici, insieme ad un database transazionale enorme ed un catalogo relazionale esauriente che elabori ogni input di dati su ciò che un soggetto direbbe o scriverebbe circa un argomento, o osservi o faccia o confronti in relazione a diverse situazioni, o si presuma che ragionevolmente intenda. Avete compreso bene..?? Rileggetelo attentamente..!!

LifeLog deve acquisire dati per catturare le esperienze fisiche dell’utente nel suo mondo e le sue interazioni con altre entità nel mondo“, dice DARPA. Il livello di privacy proposto, si scontra con il fatto che i partecipanti siano obbligati ad essere circondati da un’incredibile quantità di apparecchiature fisse e portatili, microcam, sonde interne (microchip – ndr), ed apparecchiature di intercettazione per i loro telefoni, computer, televisione, fax, automobile e così via (usano Echelon senza tanti problemi alla luce del sole in questo caso– ndr). “I dati fisici vengono catturati dai vari sensori biologici ed immagazzinati come flussi di dati multipli in configurazioni software atte ad elaborarle per prendere decisioni adatte e confrontarle con quelle del soggetto “reale”. I dati transazionali vengono estratti principalmente da un numero di domande inserite nell’elaboratore. Agenti intelligenti, ricognitori, strumenti di analisi euristici sono usati per ‘distillare’ i dati, associando i metadati le parole chiavi e preparando i dati per ulteriori categorizzazioni in termini di rappresentazioni ai vari livelli dell’estrazione.” Questa è la parte facile! (ummh…)

La parte difficile è razionalizzare tutti questi input per trasformarli in intelligenza con coscienza di scelta quanto più simile a quello che il soggetto umano reale andrebbe a determinare(???). DARPA è molto vaga su come loro vedono ed intendono utilizzare veramente tutto questo. Dicono “solamente” che: “Attraverso l’inferenza e ragionando, LifeLog genera strati multipli di rappresentazione a più livelli dall’estrazione ed elaborazione dei dati in entrata. I ruscelli di input di dati sono estratti in sequenze di eventi e stati che sono aggregati in filoni ed episodi per produrre un evento che costituisce una “memoria episodica” per l’individuo. Questi modelli di eventi nel lungo termine sostengono l’identificazione propria del soggetto nelle attività di routine, relazioni, abitudini, preferenze, piani, mete, che linkati ai marcatori di intenzionalità procedono al livello più alto dell’elaborazione della conoscenza” … ..in cui vivrà non solo “TUTTA” la conoscenza umana ma le vite stesse degli esseri umani (l’immortalità – ndr).
E lo stato dell’arte è tale che loro hanno già sia i brevetti che le tecnologie per produrre tali tipologie di esseri, sia bionici che cloni biologici, gli manca solo l’esperienza mentale umana, da inserire, che stanno raccogliendo tramiteinternet-matrixe progetti come LifeLog. Ma molti altri sono in atto in India, Cina, Israele, Russia, Regno Unito, etc. Attraverso internet e i motori di ricerca stanno già canalizzando le scelte, i pensieri e le vite di milioni e milioni di esseri umani.


Internet ha aggregato ed aggrega nel tempo sempre più informazioni e “porta luce” (ricordatevi di questo termine, ne riparleremo più avanti – ndr) sulla conoscenza umana. Nello stesso tempo risucchia questa conoscenza per usarla domani con scopi opposti alla libertà e coscienza delle creature umane. Il nome Google non vi ricorda nulla? Se qualcuno ricorda nei fumetti quando l’acqua veniva risucchiata dal lavandino o dalla vasca da bagno qual’era la parola che appariva per descriverne il rumore…?? …Google… …Google… come in efetti sta facendo …Google… risucchia la conoscenza che l’uomo mette a disposizione degli altri, per poi toglierla definitivamente all’uomo e darla solo a coloro che saranno collegati via wireless UMTS, e tramite un microchip, alla mente neuronica globale. Allora potranno finalmente vivere l’esperienza di Matrix, con un solo piccolissimo problema… vivranno un vita virtuale a capriccio del ‘dio’ che gli ha dato questa “nuova vita immortale



Un Progetto per l’Immortalità

Venerdì 5 Aprile 2013, Milano.

Un progetto unico al mondo realizzato per raggiungere il più antico ed ambizioso dei traguardi umani: l’Eternità.
Evento di presentazione dell’Eternità Digitale.
Organizzato da Forever in collaborazione con Innovation Factory ed Area Science Park di Trieste
Tramandare ai posteri le grandi gesta, perpetuare il nostro ricordo nei secoli a venire è sempre stato il titanico desiderio di ogni uomo fin dai tempi più remoti.

FOREVER aspira a diventare leader mondiale nella vendita di soluzioni per l’immortalità digitale creando una piattaforma software in grado di conservare e preservare l’identità digitale di una persona in eterno.
Per identità digitale intendiamo l’insieme delle memorie di un soggetto e  la sua totale umanità (capacità espressive, percettive e trasmissive di emozioni, insieme di valori e aspirazioni,etc..).

Abbiamo identificato tre diverse proposte per i diversi mercati:
  • Foundation Identity (FI): soluzione per sviluppare progetti di identità digitale di figure storiche 
  • Digital Eternity (DE): soluzione per sviluppare progetti di identità digitale di soggetti in vita;
  • Advanced Digital Identity (ADI): soluzione web per consentire agli iscritti di svilupparsi la propria identità digitale on-line.
Per quanto riguarda la Digital Eternity  non si tratterebbe di una mera applicazione software bensì di un ologramma 3D a grandezza naturale caratterizzato dai movimenti, espressioni, linguaggio verbale e non verbale , pause, gestualità caratteristiche dell’ individuo preso a modello (committente). L’ologramma, inoltre, è in grado di interagire con gli esseri umani, riconoscerli, provare e mostrare emozioni.

TheCongress[Twitter]1500x500px_2

Il Film di Ari Folman pone in essere nel nostro tempo una realtà che verrà attualizzata a breve, anzi per l’esattezza dal 2020. Per chi ha un minimo di buona volontà e intelligenza può fare riferimento ai seguenti link per avere la CONFERMA di quanto detto:


http://www.trustindigitallife.eu/

http://www.tnsdigitallife.com/

http://www.pewinternet.org/2014/03/11/digital-life-in-2025/

Ancora alcune riflessioni profonde, tratte dal Blog e presenti dal 2007:

Su tutto questo regnano SOVRANI.. il “Sole” e la “Luna” … cioè la Scienza/Alchimia e la Politica/Religione … esse ILLUMINANO e guidano l’umanità sia di giorno che di notte con la loro luce. Queste sono parte preponderante nel Six-Tema della Matrix luciferina e affascinano seducendo le menti con le LORO fuorvianti seduzioni, mentre nel contempo inducono timore e reverenza come fossero lo stesso Dio Creatore del tutto..!!

Lo strumento per eccellenza per la divulgazione di questa ipotetica luce.. è lo schermo, quel magico rettangolo – oramai piatto – da cui provengono le conoscenze e le informazioni. Che sia la tv o un pc ormai non fa più nessuna differenza.. tutto arriva digitalmente.. 01001011010 … singoli punti.. accesi e spenti.. singoli atomi di informazione e conoscenza attraversano inarrestabili 24h/24h il pianeta, esseri viventi compresi.

Atomi digitali che riprogrammano secondo dopo secondo la Matrix modificando la realtà, la percezione, i comportamenti, i pensieri, le sensazioni, la coscienza, il passato, il presente e il futuro.. nutrendo e ampliando la Matrix che illude gran parte dell’umanità.
Per la maggioranza di noi la realtà che viviamo, è quella ego-sè-centrica del nostro piccolo mondo formato dal nostro lavoro (se lo abbiamo), la nostra famiglia (se ne abbiamo una), i nostri amici (se ne abbiamo), i nostri divertimenti (se abbiamo il denaro per pagarli), ecc., mentre tutto ciò che succede all’esterno di “questa NOSTRA piccola realtàlo percepiamo attraverso mezzi elettronici che attualizziamo come [ESTENSIONI dei nostri sensi], e non ci rendiamo affatto conto che questi mezzi tecnologici.. NON SONO assolutamente una diretta estensione della nostra mente-coscienza.. ma che sono CONTROLLATE da altri che crediamo onesti, sinceri e forse simili a noi.
Nei continenti sudamericano, africano, medio orientale ed estremo orientale che sono diciamo circa la metà del nostro globo vivono miliardi di persone come noi, che pensano le stesse cose che noi pensiamo, che provano le stesse nostre emozioni, piangono, soffrono, ridono, muoiono, che vivono lottando ogni giorno per la sopravvivenza sperando costantemente in un cambiamento in meglio della loro vita. Anche loro percepiscono il mondo nella stessa nostra maniera e cioè attraverso mezzi elettronici che fanno VEDERE il mondo e PERCEPIRE gli eventi … Ma nel frattempo cosa accade veramente?

NON tanto NEL MONDO ma.. nel nostro subconscio? Cosa succede nei meandri delle nostre sinapsi cerebrali? Cosa cambia nella nostra coscienza se ancora ne abbiamo una?

Ci manca ancora la maturità della coscienza, un grado di guardia supplementare per permettere l’applicazione di queste tecnologie. Riderne o non prendere la cosa sul serio è prova di ingenuità e di ignoranza. Possiamo lavarcene le mani gettando la pietra contro gli uomini politici e tutti i predatori del liberalismo, i quali sarebbero responsabili dello stato delle cose. Ma i potenti non sono che lo specchio della società dalla quale sono usciti. Se non vivessimo in una competizione senza fine, la nostra società genererebbe altra cosa che persone sprovviste di sentimenti, ignoranti e cupide.

L’ignoranza è flagrante…la tecnologia moderna è l’arma più pericolosa per il controllo del pensiero. Apparecchi reputati di divertimento hanno in realtà come funzione fondamentale quella di controllare il pensiero.
Chiunque sottostimi il bombardamento subliminale degli schermi pensando che questo mezzo d’informazione non può fargli alcun male è già una vittima di questa manipolazione.

Il nostro cosciente reagisce in modo incosciente a dei segnali e a degli impulsi che possono scatenare eventuali malattie. È il caso anche dei disegni animati e delle trasmissioni dette “serial”. Dobbiamo smettere di mentire a noi stessi.
I pannelli pubblicitari e le trasmissioni TV ci toccano in modo subliminale a una frequenza che ci impedisce di riflettere e di agire da noi stessi in modo spontaneo. Il messaggio ci rende passivi, amorfi.
È per questo che ci teniamo tanto a conservare questo genere di società che ha per slogan “Sopravvivi!” “Fai carriera!” “Sii in orario!” “Taci e vai a lavorare!”. In ritorno riceviamo dei pezzi di carta chiamati danari che finiscono per ritornare rapidamente nelle mani di chi ce li ha dati sotto forma di tasse”.
SE LA MATRIX LUCIFERINA ESISTE E DOMINA E’ COLPA DELL’UOMO EGO-CENTRICO.. IO.. perchè così è piaciuto all’uomo e così’ egli ha scelto di vivere nel complesso.. a parte quelli che pur non riconoscendosi nel Six-Tema e rifiutando ogni forma di cattiveria subiscono soprusi e ingiustizie..!! Inoltre se vi fermate un attimo e osservate la parola IO … noterete che è identica alla base digitale 10 (acceso, spento) … perciò la trasmissione digitale implica una corrispondenza e un’assonanza esatte con IO… TUTTO ciò che viene trasmesso in digitale è in perfetta frequenza con IO.. 1010010110110 … da ora in poi nessun IO potrà sfuggire alla [GABBIA DIGITALE] se non ESCE DA MATRIX modificando il proprio codice.. mettendolo in frequenza e assonanza con la FONTE UNIVERSALE [Dio Padre] AL DI FUORI DELLA MATRIX..!!

Così tornando al Film “The Congress” il regista conferma l’esistenza della struttura che serve a digitalizzare le persone a Los Angeles, e prenderne i DIRITTI DI IMMAGINE, come lo stesso regista rivela in una intervista:

La realtà ha superato il libro – conclude il regista – mentre cercavo a Los Angeles un posto per la scena in cui scansionano il corpo di Robin HO SCOPERTO CHE QUEI LABORATORI ESISTONO GIA’. Gli attori in carne e ossa non sono più necessari, nell’era post-Avatar. In futuro, anche per motivi economici, ci saranno sempre più attori solo virtuali. Ma io spero che il fattore umano continui a resistere e The Congress è il mio piccolo contributo a questa battaglia”.

Pertanto stanno per accadere eventi e situazioni che molti pensavano si dovessero realizzare chissà tra quanti centinaia di anni, e che potrebbero non essere viste da tutti, ma VISIBILI SOLAMENTE DA QUELLI CHE HANNO OCCHI SPIRITUALI. Come in effetti Ari Folman rivela di avere! E come fa ad averli? Da che tipologia di spirito egli si fa ispirare? Da dove vengono queste immagini e pensieri che esprime all’interno di un contesto che potrebbe sembrare solo “arte”, ma che in verità è molto di più?

TheCongress[CoverFacebook]

Ho avuto l’occasione di vedere il Film in anteprima e posso dire che è molto profondo, pieno zeppo di riferimenti Kabbalistici e non adatto certo ad un pubblico di bambini. Rispecchia esattamente quanto detto sin qui, e premonizza una nuova era in cui l’umanità (dal 2020) verrà scannerizzata, digitalizzata e usata … COME GLI PARE E PIACE A CHI NE HA ACQUISITO I DIRITTI DI IMMAGINE!

Preparatevi all’inverosimile, come dal 2007 è stato comunicato.

In Verità.







Bojs – Lion of Yahuda